FANDOM


Ichibei Hyōsube (兵主部 一兵衛 Hyōsube Ichibei) è uno dei cinque Shinigami della Guardia Reale, la squadra speciale al servizio del Re Spirito, detta anche Divisione Zero. Detiene, inoltre, il titolo di Monaco Osservatore (まなこ和尚 Manako Oshō).

Aspetto Modifica

Ichibei si presenta come un barbuto uomo robusto con delle sopracciglia folte e un grosso naso. Indossa un lungo haori bianco da Guardia Reale e sotto di esso, la classica veste indossata dagli Shinigami. Due particolari, che saltano subito all'occhio, sono la lunga collana che egli indossa e i suoi particolari sandali.

Storia Modifica

Passato Modifica

Non ci è ancora dato sapere se è stato un Capitano del Gotei 13, dato che potrebbe essere stato promosso ancora prima della sua creazione. Ichibei infatti si dimostra come il capo, nonché il più vecchio, della sua squadra.

Saga della Guerra dei Mille Anni Modifica

Dopo la morte del Comandante Generale Yamamoto, la Guardia Reale scende nella Soul Society per ricostruire le Tredici Divisioni su ordine del Re delle Anime. Dopo l'arrivo del Tenchuren, Ichibei si dimostra subito un uomo abbastanza simpatico ma amante dell'ordine: non si fa scrupoli infatti a colpire il suo compagno Kirinji dopo che quest'ultimo ignorò le sue parole dette poco prima, seppur non con cattiveria. Egli stesso spiegherà che la Divisione Zero è scesa nella Soul Society per ricostruire le Tredici Divisioni su ordine del Re delle Anime. Per questa causa, prenderà Ichigo Kurosaki e lo porterà con sé al Palazzo Reale e in seguito si appresterà ad allenare personalmente Rukia Kuchiki e Renji Abarai, infatti, insegnerà a quest'ultimo il vero nome del Bankai di Zabimaru.

Ichibei riappare durante l'invasione del Palazzo Reale da parte di Yhwach e dei suoi sottoposti. Inizia uno scontro contro il quincy, nel momento in cui quest'ultimo scopre l'inganno del falso palazzo e si dirige verso quello vero. Ichibei disegna una linea sul pavimento, affermando che sconfiggerà Yhwach entro questa, ma il quincy gli fa notare che sarà il contrario e ciò avverrà tre passi prima di questa. Ichibei lo interrompe, attaccandolo con la tecnica del Palmo Squarciacieli dei Mille Ri. Yhwach tenta di dire qualcosa, ma non riesce a parlare, intanto Ichibei lo spinge verso il basso con la stessa tecnica, il quincy, allora si perfora la gola, per ripristinare la voce e utilizza il Sankt Bogen. Le frecce di quest'arco hanno un'enorme potenza, così trafigge il suo stesso corpo con una di esse, per ritornare indietro.

A questo punto, Ichibei attacca Yhwach con la sua Zanpakuto in forma sigillata, dalla forma di un pennello, dimezzando i suoi poteri, visto che l'abilità di quest'ultima è quella di tagliare letteralmente il "nome" di qualsiasi cosa venga colpita diminuendone le potenzialità a seconda del "taglio". Yhwach, però, non sembra affatto spaventato e inizia a raccogliere il Reishi intorno a lui, spiegando che può ripristinare tutto il potere che gli viene sottratto, poiché ogni cosa in questo mondo è stata creata affinché egli se ne impossessi. Yhwach, quindi attacca Ichibei, che lo respinge facilmente e risponde con il Bakudō #62 - Hyapporankan. Il quincy attiva allora il Blut Vene Anhaben per proteggersi e spiega che questa tecnica difensiva è un'evoluzione del Blut Vene che si espande al di fuori del corpo; Ichibei la oltrepassa con la tecnica Hadō Nascosto: Terzo Sentiero - Colpo del Vento Ferreo e afferra Yhwach per il collo, ma quest'ultimo rivela che la Blut Vene Anhaben consuma tutto ciò che viene in contatto con essa e delle linee nere appaiono sul braccio di Ichibei. Tuttavia, la tecnica non ha alcun effetto e lo shinigami è costretto a rilasciare la sua Zanpakuto, Ichimonji.

La Zanpakuto di Ichibei inizia quindi a spruzzare un inchiostro nero, che colpisce sia la spada che la Croce Quincy di Yhwach, il quale si rende conto che non è più in grado di pronunciare i nomi delle due cose colpite, dal momento che il potere di Ichimonji in stato di rilascio è quello di far perdere il nome di qualsiasi cosa venga colpita dal suo inchiostro. Yhwach, allora, utilizza il Sankt Altar per rubare il potere di Ichibei, ma lo shinigami respinge totalmente l'attacco, informando il suo avversario, che una volta rilasciata la sua Zanpakuto il suo potere risiede in tutto ciò che è nero e copre lo stesso Yhwach con l'inchiostro. Il quincy perde così il proprio nome e Ichibei attiva il suo Bankai, Shirafude Ichimonji, e grazie ai poteri di questo assegna a Yhwach il nome di kuroari ("formica nera"); in queste condizioni lo shinigami lo attacca, prima facendo apparire un enorme piede che lo scaraventa verso il basso e, infine, facendo apparire due enormi mani che lo schiacciano. Yhwach sembra sconfitto, ma non è così, infatti l'attacco non ha avuto alcun effetto e un volta di fronte a Ichibei lo colpisce. Il quincy spiega, quindi, come il suo potere gli permetta di vedere gli eventi futuri che gli si prospettano e di comprenderli, così che ogni "abilità" dei suoi avversari diventi totalmente inutile contro di lui. Ichibei afferma che ciò non ha alcuna importanza, infatti, utilizzando tutto il nero che circonda Yhwach, attiva la tecnica Futen Daisatsuryō, che permetterebbe di distruggerlo completamente senza la possibilità di reincarnarsi, ma il quincy facendo notare che ha riacquistato il proprio nome, attacca lo shinigami, che esplode. Appena la testa di Ichibei cade a terra, Yhwach fa notare come avesse previsto la sua vittoria tre passi prima del confine creato dallo shinigami stesso con il suo pennello. Poco dopo, quando giungono al Palazzo Reale Ichigo e i suoi amici, Ichibei lo contatta telepaticamente e gli dice di pronunciare il suo nome, cosa che Ichigo fa, permettendo allo shinigami di prendere un po' del suo potere così da ricomporre il suo corpo. Dopo aver spiegato cosa sia successo e che non possono aspettare che vengano ripristinati pienamente anche i suoi poteri, Ichibei chiede a Ichigo di fermare Yhwach nell'intento di uccidere il Re Spirito poiché quest'ultimo è colui che mantiene vivo l'intero creato.

Poteri e abilità Modifica

Ichibei è entrato a far parte della Guardia Reale in quanto è stato lui a dare il nome a tutte le cose della Soul Society (compreso chiamare "Zanpakuto" le spade degli shinigami e "Shikai" e "Bankai" i loro rilasci). Afferma inoltre di conoscere il vero nome di tutte le Zanpakuto, affermazione confermata dal fatto che sia proprio lui a rivelare a Renji il vero nome del Bankai di Zabimaru.

Come membro della Guardia Reale, Ichibei è uno shinigami esperto in tutte le quattro arti del combattimento. Probabilmente è anche il più forte della sua squadra. Sfoggia, infatti, particolari tecniche:

  • Palmo Squarciacieli dei Mille Ri (千里通天掌 Senri Tsūtenshō): Ichibei fa apparire un'enorme mano e spinge l'avversario a 1000 Ri (unità di misura corrispondente a 3927 metri) di distanza.
  • Hadō Nascosto: Terzo Sentiero - Colpo del Vento Ferreo (裏破道: 三の道 — 鉄風殺 Ura Hadō: Sannodō - Teppūsatsu): Attraverso un movimento di taglio della mano, si crea un'aura dalla forma di una grande testa di drago che soffia un vento diretto verso il nemico. La tecnica è in grado di oltrepassare difese di grande potenza, come nel caso del Blut Vene Anhaben di Yhwach.

La sua Zanpakuto prende il nome di Ichimonji (一文字 "Linea Retta"). In forma sigillata appare come un grande pennello per calligrafia, che Ichibei utilizza per scrivere determinati caratteri:

  • Nascosto (隠): Tramite questo carattere Ichibei è in grando di nascondere oggetti di qualsiasi dimensione, come nel caso dell'intero Palazzo Reale.
  • Sigillo (封): Ichibei è in grado di creare un confine, che non può essere superato, attraverso pochi tratti.

Quando viene utilizzata come arma, questo pennello ha la proprietà di tagliare i "nomi", in questo modo Ichibei riduce a suo piacimento il potere delle sue vittime.

Il suo Shikai è rilasciato al comando di "tingi di nero" (黒めよ kuromeyo). In questo stato il pennello si trasforma in una lama di medie dimensioni, attaccata al lungo manico, che resta invariato. Durante lo Shikai, Ichimonji è in grado di rilasciare inchiostro nero con il solo movimento dell'oscillazione e chiunque venga ricoperto da esso perde completamente il suo "nome" e quindi i suoi poteri, come nel caso della spada di Yhwach, infatti, quando essa viene colpita, il quincy non riesce a chiamarla o utilizzarla. Sia la Croce Quincy che lo stesso Yhwach subiscono la stessa sorte. Altro potere in stato di Shikai è quello di rendere tutto ciò che è nero alla mercé di Ichibei, che sia vivo o morto, quincy o shinigami, animale o oggetto, quindi il nero diventa il vero e proprio potere dello shinigami, infatti, quando Yhwach lo attacca, cercando di rubargli i poteri, Ichibei utilizza il nero per riprenderseli.

  • Futen Daisatsuryō (不天大殺陵 "Mausoleo Carnefice della Non Reincarnazione"):
Canto: Oh crepuscolo, Oh oscurità eterna, vieni a me, vieni e bevi, così facendo la tua vita ascenderà. I fiori sbocceranno anche sulla strada per l'Inferno. Dove sono i pesci, lasciami passare la tinta nera, tagliarli in otto pezzi, cucinarli bene in cima ad una fiamma nera e godermi il pasto. Tutto ciò che resta sono ossa bianche, lasciami erigere una tomba e rendere omaggio. Che essi non rinascano, così che tu non sarai sacrificato come cibo. (宵闇イよ常闇イよちょいと来いちょいと顔見せ呑んで行け呑めば命も飛んで行く死出の道にも花がァ咲くゥ肴はどこじゃ真黒に染めて八シに裂いて真黒な炎で真黒に炙ってぺろりと喰らおう喰ろうて残った真白な骨で墓標を立てて弔うてやろうおんしが二度と生まれて来ぬようわしらの贄にならぬよう Yoiyamiiyo, tokoyamiiyo, choitokoi... Choitokaomise nondeike... Nomeba inochi tondeiku... Shide no michinimo hanagā sakū... Sakana dokoja makuroni somete yasshini saite makurona honoode makuroni obutte perorito kuraō kurōte nokotta mashirona honede bohyō o tatete tomurōute yarō onshiga nidoto umarete konuyō washirano nieni narameyō.)
Modalità: Ichibei attraverso Ichimonji preleva dall'avversario una massiccia quantità di nero e riempiendo una grande tazza da sake con esso, inizia a bere. Pronunciando il canto per l'incantesimo, Ichibei crea a terra dei cerchi concentrici neri in seguito all'oscillazione della sua Zanpakuto, per poi conficcarla nel pavimento, creando così un grande mausoleo con recinzione, alla base del quale vi sono delle lapidi spezzate. Questa tecnica permette di portar via tutta l'oscurità e il nero che pervade l'avversario e di comprimere in essi la carne, il sangue e le ossa, per ridurre il tutto al nulla; la distruzione dell'avversario è così assoluta, al punto che la sua anima non sarà nemmeno in grado di reincarnarsi nel mondo umano. Per poter usare questa tecnica contro Yhwach, Ichibei ha rubato 100 notti alla Soul Society del prossimo secolo.

Quando viene rilasciato il Bankai, la Zanpakuto prende il nome di Shirafude Ichimonji (白筆一文字 "Pennello Bianco della Linea Retta") e la lama si trasforma in un filo lungo e spesso, di colore bianco, che gira intorno ad Ichibei. Lo shinigami chiama questo stato Shinuchi (真打 "Vero Colpo"), poiché lo stato di Bankai esisteva già molto prima che egli ne attribuisse il nome e le Zanpakuto che raggiungevano questa forma erano definite "Zanpakuto Evolute". Nello stato di Bankai ogni cosa ricoperta dal nero di Ichimonji può essere rinominata da Ichibei in qualsiasi cosa, dando al suo obiettivo le proprietà e i poteri del nome assegnato. Per rinominare basta scrivere il kanji del nome sull'obiettivo stesso, come nel caso di Yhwach, che Ichibei rinomina kuroari (trad.: "formica nera"), in questo modo il quincy si ritrova ad avere abilità e forza pari a quella di una formica, ma, grazie ai suoi poteri, gli effetti dell'attacco vengono annullati.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale